Villa Olmo e Como

Il contesto affascinante della storica Villa Olmo conferisce all’esibizione una caratteristica unica. La Villa, che secondo la tradizione prende il nome dalla presenza nel parco circostante di due magnificenti esemplari di olmo, fu realizzata in stile neoclassico tra il 1782 e il 1787 dall’architetto ticinese Simone Cantoni per conto di Innocenzo Odescalchi. Nel 1824, con la morte del marchese Odescalchi, la Villa passò alla famiglia Raimondi, che vi ospitò illustri personaggi della storia italiana ed europea, per poi essere venduta nel 1883 ai duchi Visconti di Modrone.

Nel 1925 fu ceduta al Comune di Como che, in occasione del primo centenario della morte di Alessandro Volta, vi allestì l’Esposizione Internazionale Voltiana. Da allora la Villa è sede di prestigiose mostre, manifestazioni e convegni. Con il suo parco, affacciato direttamente sul lago, offre un panorama incantevole e una diretta connessione con la città di Como.

Una passeggiata, ritmata dalle forme classicheggianti delle numerose ville nobiliari, consente di raggiungere in pochi minuti il centro storico impregnato dall’atmosfera medievale, di scoprire le numerose testimonianze dell’epoca Rinascimentale e Barocca e di rimanere colpiti davanti ai più recenti e famosi edifici Razionalisti. Una https://Meet-Babes.com meta imprescindibile a meno di un’ora da Milano, che nello stesso periodo ospita Expo 2015.